Transizione 4.0 e PNNR

Emilia-Romagna – Bando per il sostegno degli investimenti produttivi finalizzati all’innovazione delle imprese

Obiettivo

Promuovere la competitività e la sostenibilità delle imprese manifatturiere e di quelle operanti nell’ambito dei servizi alla produzione tramite il sostegno a investimenti di carattere innovativo e sostenibile.

Beneficiari dei contributi

Possono presentare domanda di contributo le imprese aventi qualunque forma giuridica, operanti nei settori manifatturiero e dei servizi alla produzione.

Interventi ammissibili

Sono ammissibili gli interventi aventi ad oggetto l’implementazione di tecnologie e sistemi finalizzati all’introduzione di innovazioni di processo, di prodotto, di servizio e organizzative idonee:

  • ad ottimizzare, efficientare e rendere più produttivi e sostenibili i processi aziendali interni;
  • a favorire la crescita e il consolidamento dell’impresa proponente all’interno delle filiere di appartenenza;
  • a favorire il posizionamento dell’impresa proponente in mercati e/o filiere produttive diverse da quelle di appartenenza;
  • a contribuire alla neutralità carbonica e alla lotta al cambiamento climatico;
  • a determinare una ricaduta positiva con riferimento ad uno o più dei 15 ambiti tematici cross – settoriali individuati nella nuova “Strategia di specializzazione intelligente (S3) 2021/2027, con particolare riferimento a quelli concernenti il contrasto al cambiamento climatico in tutte le sue declinazioni, dalla qualità dell’aria, all’economia circolare, alle energie rinnovabili, ai nuovi materiali biocompatibili.

Gli interventi

  • dovranno essere avviati a partire dalla data del 1° gennaio 2023 e conclusi entro la data del 31 marzo 2024;
  • dovranno realizzarsi presso l’unità produttiva/sede operativa dell’impresa richiedente ubicata nel territorio della Regione Emilia-Romagna;
  • non devono ricomprendere attività che sono parte di un’operazione oggetto di delocalizzazione in Emilia-Romagna o che costituiscono trasferimento di una attività produttiva in Emilia-Romagna da uno stato membro dell’Unione o da un’altra Regione italiana ai sensi degli articoli 65 e 66 del Regolamento UE n. 1060/2021.

Spese ammissibili

Sono ammissibili a finanziamento le seguenti spese:

  1. acquisto, anche nella forma del leasing , di beni strumentali materiali – quali macchinari, attrezzature e impianti, hardware – e di beni immateriali e intangibili, quali brevetti, marchi, licenze, servizi cloud computing e know-how;
  2. realizzazione di opere murarie ed edilizie strettamente connesse alla installazione e posa in opera di macchinari, attrezzature, impianti e hardware; tale spesa è riconosciuta nella misura massima del 10% della spesa di cui alla voce a);
  3. acquisizioni di servizi di consulenza specializzata per la realizzazione del progetto e per l’ottenimento delle principali certificazioni di processo e di prodotto; tale spesa è riconosciuta nella misura massima del 10% della somma delle spese di cui alle lettere a) e b);
  4. costi generali per la definizione e gestione del progetto, compresi costi per la presentazione e gestione del progetto nonché per l’addestramento del personale per l’acquisizione delle nuove competenze richieste dall’utilizzo dei beni acquistati.

Dotazione finanziaria, modalità e termini per la presentazione della domanda di contributo

Le risorse disponibili per finanziare i progetti presentati sono pari a complessivi € 20.000.000,00.

L’investimento complessivo per la realizzazione degli interventi proposti dovrà avere una dimensione finanziaria non inferiore a € 50.000,00, I.V.A. esclusa. Il contributo sarà concesso nella forma del fondo perduto, nella misura massima del 40% della spesa ammessa e per un importo, comunque, non superiore a euro 150.000,00.

La dimensione minima dell’investimento per l’intero progetto dovrà essere mantenuta e assicurata anche in fase di rendicontazione delle spese sostenute per la sua realizzazione. Pertanto, qualora a seguito delle verifiche istruttorie in merito alla rendicontazione delle spese sostenute, dovesse risultare che quelle effettivamente ammesse sono inferiori a tale dimensione minima, il contributo concesso sarà revocato.

Le domande di contributo dovranno essere trasmesse alla Regione, tramite la piattaforma SFINGE 2020, dalle ore 10.00 del giorno 7 febbraio 2023 alle ore 13.00 del giorno 1° marzo 2023.

 

Sei interessato ad approfittare degli incentivi a disposizione delle imprese nel 2023? CONTATTACI ISCRIVITI AL NOSTRO WEBINAR DEDICATO


Sirio informatica e sistemi acquisisce Aida e amplia la propria presenza in Emilia-Romagna

Var Group amplia la propria presenza in Emilia-Romagna: attraverso la controllata Sirio informatica e sistemi, ha acquisito il 100% delle quote di Aida, società di consulenza di Sassuolo specializzata nello sviluppo di progetti di gestione d’impresa basati sull’ERP Panthera.

Capillarità territoriale e competenza specifica nei settori del Made in Italy sono le direttrici attraverso cui Var Group si muove per creare poli di competenza specifici, in grado di offrire alle aziende italiane gli strumenti giusti per la digitalizzazione.

Sirio informatica e sistemi è il centro di competenza Var Group dedicato all’ERP Panthera che conta oggi oltre 250 persone e un’esperienza ultradecennale a supporto della crescita delle imprese, un’attività che ha permesso di valorizzarne l’eccellenza, mantenendo le peculiarità.
Da tempo Sirio collabora con Aida, società nata nel 1993 a Sassuolo che, negli anni, ha sviluppato progetti ad hoc per le imprese manifatturiere del territorio emiliano con le quali ha stabilito una partnership duratura. La sinergia di competenze sull’ERP Panthera si è trasformata in una vera e propria operazione societaria che permette ad entrambe le realtà di potenziare l’offerta per il Made in Italy.

Panthera è l’ERP italiano pensato per rispondere alle esigenze degli imprenditori, orientato alla gestione dei cambiamenti e degli imprevisti, al controllo dei processi e alla riduzione dei costi, supporta l’evoluzione delle aziende per la sua flessibilità ed è disponibile anche in modalità SaaS.

L’innovazione produce valore se parte dalla conoscenza dei processi aziendali. L’operazione con Aida è perfettamente in linea con la nostra strategia e siamo contenti di portare a bordo un'azienda fortemente radicata nel territorio, specializzata nell' Erp Panthera e impegnata da oltre vent’anni nella digitalizzazione del settore manifatturiero emiliano" commenta Francesca Moriani, CEO Var Group.

Maurizio Sacchi, Amministratore Delegato di Sirio Informatica e Sistemi aggiunge: “Questa è una tappa importante della storia di Sirio: inauguriamo la nostra presenza diretta nel cuore dell’Emilia-Romagna, a Sassuolo, contraddistinta da competenze specifiche nel settore del software gestionale e dell’ERP Panthera e, elemento altrettanto fondamentale, da una profonda conoscenza delle realtà del tessuto imprenditoriale del territorio. Nella nostra visione evolutiva, un ulteriore progresso verso l’obiettivo di fornire un servizio di eccellenza e di maggiore prossimità agli imprenditori”.

Vent’anni fa scegliemmo Panthera quale ERP di riferimento per accompagnare la media impresa italiana nel proprio percorso di trasformazione – commentano Franca Fontana e Giulia Coscia, Socie fondatrici di AIDA - molti clienti sono con noi da allora e molti se ne sono aggiunti nel tempo, ad entrambi dobbiamo la massima attenzione a garanzia di continuità e salvaguardia dell’investimento. Con l’integrazione delle risorse umane e delle competenze di Sirio, rafforzeremo la nostra offerta di Panthera sul territorio emiliano”.